• Staff Mediterraneo Capital Ltd

ANALISI DEL SETTORE FARMACEUTICO E HEALTHCARE

Aggiornato il: ago 26


Healthware Venture investe in 1000Farmacie

26/08/2020

La nuova scommessa del corporate venture capital campano Healthware Venture si chiama 1000Farmacie, un network di circa un centinaio di farmacie italiane appositamente creato che offre ai consumatori un vasto assortimento di prodotti con consegna in poche ore. La startup infatti da poco ha chiuso un round da 1,5 milioni di euro e all'aumento hanno partecipato, oltre a Healthware, anche gruppi industriali e investitori come Finposillipo. Il nuovo round di investimenti consentirà alla startup di continuare a investire nello sviluppo del prodotto e rafforzare il posizionamento sul mercato. Il team inoltre punterà sulla crescita del proprio expertise con il coinvolgimento di nuovi talenti. Altre realtà in portafoglio a Healthware Venture - cvc di Healthware Group - sono: Healthtunes e Paginemediche. La prima è una startup di Los Angeles fondata da Walter Werzowa, che grazie a un algoritmo proprietario (sviluppato insieme alla Digital Health Factory di Healthware) crea delle playlist terapeutiche che stratificano i toni binaurali su selezioni musicali di vari generi. Paginemediche invece è una piattaforma che connette medici e pazienti e che durante l'emergenza Coronavirus ha creato un chatbot dedicato al triage per persone con sintomi da Covid-19.

Italmobiliare investe altri 120 mln euro e sale all’80% di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella

Aug 24, 2020 06:19 am

Italmobiliare ha esercitato lo scorso 18 agosto l’opzione d’acquisto del 60% del capitale di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella spa, una delle più antiche officine farmaceutiche del mondo. Al closing dell’operazione, previsto entro la metà di settembre, Italmobiliare deterrà così l’80% del capitale della società. Italmobiliare aveva infatti acquisto il 20% della società lo scorso […]

One Equity Partners ha acquisito American Medical Technologies. Advent Life Sciences vende KaNDy Therapeutics.

Aug 13, 2020 07:00 am

One Equity Partners (“OEP”), una società di private equity dedita alle medie aziende, ha annunciato di aver acquisito American Medical Technologies (“AMT” o “the Company”), un fornitore di servizi avanzati per la cura delle ferite forniture e servizi per stomia, urologia e tracheotomia. 

Doppio accordo di reverse factoring per Unico La farmacia dei farmacisti, uno con Unicredit e l’altro con Groupama am sgr

Aug 04, 2020 06:28 am

Doppio accordo di reverse factoring per Unico La farmacia dei farmacisti spa, il maggiore distributore farmaceutico interamente italiano di proprietà dei farmacisti, nato dalla fusione di quattro grandi cooperative di farmacisti italiane: Unione Farmaceutica Novarese di Novara, Codifarma di Bologna, Unione Farmacisti del Friuli Venezia Giulia di Udine e la CO.FAR.PA di Parma.

PARAFARMACIE XXL, IL CONSIGLIO DEI TITOLARI FRANCESI: PER COMPETERE SERVONO LE RETI

Alle parafarmacie taglia “extralarge” che dal nord Europa si apprestano a calare nel nostro Paese, la farmacia tradizionale può rispondere soltanto con aggregazioni forti in reti e network . E’ il consiglio che arriva ai farmacisti titolari italiani dai loro colleghi francesi, in casa loro già da tempo sotto pressione per la concorrenza delle grandi insegne della parafarmacia (come la belga Medi-Market, che a fine agosto aprirà nel parmense...


Vai all'articolo completo

Desertificazione, dpc vs diretta, digital device e farmacia dei servizi le istanze di Federfarma agli Stati Generali della Montagna

  • Desertificazione, dpc vs diretta, digital device e farmacia dei servizi le istanze di Federfarma agli Stati Generali della Montagna;

  • Effetto Covid in farmacia, più vitamine, meno 'pillola blu'. Doppio aumento di Idrossiclorochina acquistata di tasca propria;

  • Erogazione di ausili sanitari, i farmacisti di Catanzaro riprendono l’attività ma a tempo determinato; Federfarma Genova rinnova le cariche sociali;

  • Uso di antinfiammatori e aggravamento Covid-19 nel bambino e nell’adulto: gli esperti smentiscono la correlazione

    Edizione del 30 luglio    

Round da un mln euro per Restorative Neurotechnologies. Partecipa anche Cdp Venture Capital

aggiornato alJul 28, 2020 06:33 am

Restorative Neurotechnologies, startup italiana che ha sviluppato un dispositivo medico innovativo utile nella riabilitazione a distanza di pazienti con disturbi cognitivi, la scorsa settimana ha chiuso un round da un milione di euro. All’aumento di capitale ha partecipato anche Cdp Venture Capital sgr, tramite il fondo Italia Venture II – fondo imprese Sud con dotazione di […]

I modelli di simulazione per le farmaceutiche InSilicoTrials incassano un round da 3 mln euro. Lo guida United Ventures, partecipa Pi Campus

aggiornato alJul 28, 2020 06:43 am

InSilicoTrials, pmi triestina che ha creato la prima piattaforma web dove effettuare test clinici, utilizzando modelli e simulazioni, invece che pazienti, ha incassato un round da 3 milioni di euro, guidato da United Ventures e sottoscritto anche da Pi Campus . InSilicoTrials opera nell’ambito della tecnologia in silico, termine usato per indicare le […]

Dedalus, controllata da Ardian, compra per 525 mln $ il business dei software per il settore healthcare di DXC Technology

Jul 22, 2020 06:15 am

Dedalus, uno dei primi operatori al mondo nei sistemi informativi clinico-sanitari, controllato da Ardian, ha rilevato per 525 milioni di dollari il business dei software per il settore healthcare dell’americana DXC Technology, quotata al NYSE 

CVC va al controllo della farmaceutica Genetic. La affiancherà alla partecipata tedesca DFE Pharma

Jul 20, 2020 06:07 am

CVC Capital Partners, attraverso il fondo CVC Strategic Opportunities II, ha siglato l’accordo per l’acquisizione della maggioranza del Gruppo Genetic, un’azienda leader nel settore farmaceutico, specializzata nello sviluppo e nella fornitura di prodotti nelle aree terapeutiche respiratoria, oftalmica e oncologica (si veda qui il comunicato stampa). CVC era entrato lo scorso giugno in trattativa esclusiva con la famiglia

La piattaforma online 1000Farmacie incassa un round da 1,5 mln euro. Lo sottoscrivono anche Fin Posillipo ed Healthware Ventures

aggiornato a Jul 13, 2020 06:40 am

Nei giornni scorsi 1000Farmacie, startup che con la sua piattaforma online riunisce centinaia di farmacie italiane, ha incassato un round seed da 1,5 milioni di euro. Lo hanno sottoscritto anche anche Fin Posillipo (società di consulenza finanziaria e commerciale basata a Napoli, che dal 1989 opera nei settori farmaceutico e sanitario) ed Healthware Ventures (la ex Esense Ventures, venture capital milanese che investe

ARRIVANO LE MEGA-PARAFARMACIE DEL NORD EUROPA: DA MEDI-MARKET STORE DI 600 MQ

Si appresta a sbarcare anche in Italia il modello franco-belga della parafarmacia taglia “extralarge”, dalla superficie commerciale e dagli assortimenti che si avvicinano a quelli di un piccolo supermercato. A esportarlo nel nostro Paese la catena Medi-Market, che di recente a Torino ha inaugurato un punto vendita di 230 mq (nella centralissima piazza Castello) e a fine agosto aprirà nel retail park di Fidenza un flagship store da 600 metri quadri....

Doppel si mangia Dietopack

Il gruppo rileva il controllo della farmaceutica emiliana

Andamento della spesa farmaceutica anno 2019 a cura di Federfarma

Il mercato italiano dei prodotti venduti in farmacia ha chiuso il 2019 con un fatturato annuale totale di 24,2 miliardi di euro (-0,7% rispetto al 2018). Il comparto “etico” (medicine da prescrizione) rappresenta ancora il 58,6% delle vendite in farmacia. Nel 2019, l’etico registra una diminuzione dell’1,3% a 14,2 miliardi di euro, cioè una perdita totale di fatturato di circa 180 milioni di euro. Il comparto commerciale e quello dell’autocura, invece, confermano un trend leggermente positivo a oltre 10 miliardi di euro (+0,1%). Il calo del fatturato dei prodotti etici in farmacia è costante da anni perché è stato esercitato un forte controllo sulla spesa farmaceutica convenzionata il cui costo è a carico dello Stato. Oggi la dispensazione del 90% dei farmaci più innovativi - e pertanto più costosi – avviene attraverso l’ospedale o l’ASL con l’obiettivo di ridurre i costi attraverso l’acquisto diretto di medicinali dall’industria farmaceutica. Questo ha influito pesantemente sulla redditività della farmacia. Negli anni scorsi, la diminuzione dei ricavi era stata compensata dalla capacità dei farmacisti di vendere nuovi prodotti ad alta marginalità come gli integratori, i farmaci da banco, le creme e i cosmetici. Nel 2019, tuttavia, l’andamento del comparto commerciale non neutralizza, come è successo in anni precedenti, la decrescita del mercato totale. Per quanto riguarda la spesa per acquisti diretti di farmaci (compresi quelli acquistati in distribuzione diretta e per conto), per il 2019, a seguito dello scorporo della spesa per i gas medicinali, il tetto di spesa era stato ridotto dal 6,89% al 6,69% del totale fabbisogno, pari a 7,6 miliardi di euro. In realtà questa spesa è arrivata a 10,4 miliardi di euro (+6,5% rispetto al 2018). Sono esclusi da questo computo i farmaci innovativi e innovativi oncologici che rientrano in due fondi da 500 milioni di euro ciascuno. La spesa diretta per acquisti di farmaci di classe H (farmaci somministrati soltanto in ospedale), al netto dei farmaci innovativi, continua la sua corsa anche nel 2019 (+7,9%). Su questo aumento ha inciso il fatto che durante l'anno alcuni farmaci oncologici hanno perso lo status e i benefici dell'innovatività, che dura 3 anni. Relativamente agli acquisti diretti di farmaci di classe A, il trend è in forte aumento (+6,1%).

La ripartizione sul territorio tra DPC e Distribuzione Diretta è illustrata dal grafico seguente.

Per quanto riguarda il mercato commerciale, nel 2019, il comparto dei prodotti di autocura registra vendite per 2,3 miliardi (-0,2%), mentre gli integratori continuano la loro crescita a valori del 3,1% per un giro d’affari di 3,8 miliardi. Questa crescita è evidente sul mercato italiano da molti anni. Per il 32% dei consumatori italiani, infatti, il farmacista è la figura di riferimento per l’uso degli integratori, mentre per il 42% è il medico. Il comparto cura della persona è in leggero aumento in farmacia nel 2019 (+0,8%) a 2 miliardi di euro. In questo segmento, la farmacia è particolarmente apprezzata oggi dal cliente che cerca la qualità dei prodotti, la capacità di ascolto e il consiglio professionale, distinguendosi dai canali più commerciali. In farmacia è in calo il comparto del parafarmaco (siringhe, termometri, ecc.) a 1,6 miliardi (-5,7%), mentre è meno evidente il calo delle vendite a volumi (-3,8%). Anche il mercato del nutrizionale (latti in polvere, alimenti per celiaci, ecc.) è in diminuzione a 400 milioni (-4,3%), meno 5,8% a volumi. Se si confrontano le vendite della farmacia con quelle della parafarmacia e della grande distribuzione organizzata nel mercato dei prodotti commerciali, il quadro dimostra la resilienza della farmacia. Infatti, mentre la farmacia fattura dieci miliardi in questo settore e rappresenta complessivamente il 75,7% del fatturato, le vendite della parafarmacia diminuiscono dell’1,1% a 848 milioni di euro. Per quanto riguarda la GDO, il fatturato dei corner degli iper-supermercati cala dell’1,1% a 672 milioni di euro. Nel caso degli iper-supermercati senza corner il calo è più marcato a 1.692 milioni di euro (-4,4%)


Qui il report completo di Federfarma in PDF

2020_397all1
.pdf
Download PDF • 1.68MB

Leggi anche :

  • CEF e il fondo Vgo siglano accordo per acquisire farmacie in Italia (comunicato stampa in PDF)

  • La startup farmaceutica Evergreen Theragnostics incassa un round da 19 mln USD. Lo sottoscrivono anche i business angel del Club degli Investitori La startup americana specializzata nella produzione di farmaci per la teragnostica Evergreen Theragnostics ha incassato un round da 19 milioni di dollari, di cui un milione è stato sottoscritto dai business angel del Club degli Investitori. La partecipazione dei soci del Club degli Investitori si unisce a una cordata di investitori

IL FARMACEUTICO PIACE AL PRIVATE EQUITY. SECONDO PWC I FONDI OTTENGONO IL 13,1 VOLTE L'EBITDA

Nel settore farmaceutico ed healthcare le operazioni di m&a di maggior valore del 2019 sono state condotte da investitori strategici, (61 su un totale di 90). Gli investitori finanziari, di cui la maggioranza è costituita da fondi di private equity (44%), hanno invece condotto 29 operazioni, pari al 32% del totale. Lo rileva un rapporto sul settore stilato da PWC


M&A Pharma & Healthcare: Trend del 2019 e Outlook per il 2020

• 90 operazioni nel settore Pharma & Healthcare in Italia

• 61 operazioni concluse da investitori strategici

• 4 IPO di società farmaceutiche

• 41 transazioni domestiche, 33 inbound e 16 outbound


Il settore Pharma & Healthcare ha registrato 90 operazioni M&A nel 2019, incluse 4 IPOs, che dimostrano l’attrattività del settore ed un consistente trend di crescita. L’Healthcare vanta un significativo numero di operazioni nel corso dell’anno (54, +19 vs 2018), mentre nel Pharma sono state annunciate 34 operazioni, principalmente nel comparto farmaceutico. Il mercato dell’M&A in tale settore coinvolge sia grandi aziende farmaceutiche che desiderano ampliare il proprio portafoglio con prodotti più maturi che Venture Capitals che investono in società Biotech. Sebbene nel 2019 gli investitori siano stati più attivi nel settore Healthcare, le operazioni con il maggior valore di transazione riguardano l’area del Pharma, che in particolar modo ha coinvolto i fondi di Private Equity.


Nel 2020, nonostante il forte rallentamento dell’economia globale causato dal diffondersi del Coronavirus, gli effetti sulle aziende del settore Pharma & Healthcare risultano tendenzialmente positivi, con una crescita della domanda di sistemi di prevenzione, diagnosi e trattamento di future epidemie, nonché con una crescita dell’offerta delle strutture ospedaliere private e centri di diagnostica, e conseguenti notevoli effetti di innovazione tecnologica. Le aziende del settore Pharma & Healthcare hanno mostrato una grande resilienza mostrando rendimenti stabili e anticiclici e mantenendo quindi una forte tenuta nei mercati finanziari.


Nei primi quattro mesi dell’anno l’indice Health Care Italia (#7 società) rispetto al FTSE Italia All-Share ha mostrato una crescita di circa il 5%. Fabrizio Cigliese, Partner PwC responsabile del settore Deals area Pharma e Healthcare, commenta: “Nel corso del 2020 sono previsti significativi impatti per gli operatori del settore Pharma & Healthcare a seguito del COVID-19, con grande enfasi su investimenti in R&D, cambiamento dell’offerta e del modello operativo adottato fino ad ora dalle aziende coinvolte. Il settore svilupperà nuove dinamiche di business, quali ad esempio cliniche extra-ospedaliere, aiuto in-home ed uso dei canali digitali a supporto del consumatore finale.”


Di seguito, i trend che potrebbero emergere nel medio termine:

• Ricerca e sviluppo: studi per l’individuazione di vaccini per prevenire l’infezione da COVID-19 e sviluppo di terapie sperimentali a scopo profilattico e terapeutico

• Intensificazione dell’offerta e dei servizi: sviluppo di efficaci strumenti diagnostici a supporto della cura e del monitoraggio dei pazienti positivi

• Parziale conversione della produzione: maggiore richiesta di dispositivi di protezione individuale (DPI) e di macchinari per far fronte all’emergenza 2

• Digitalizzazione dei settori: sviluppo di servizi online per agevolare il consumatore finale, come e-commerce proposto dalle farmacie, e servizi di mobile-Healthcare per il controllo remoto di pazienti


In particolare, nel Pharma, il sottosettore della produzione di farmaci appare il più appealing per aumento numero operazioni annunciate nel 2019 (+7), seguito dalle società Biotech (+4) e dai distributori farmaceutici (+2). Seppure gli investitori strategici siano stati più focalizzati sulla produzione di prodotti farmaceutici (57%), si registra un notevole aumento dell’interesse degli investitori finanziari sugli altri comparti, con 16 operazioni completate (vs 8 nel 2018). In aumento il numero di operazioni completate dagli investitori stranieri sul territorio (16) nel corso dell’anno (vs. 6 nel 2018).


Trend attesi:

• Impatti COVID-19 – crescita della domanda di farmaci, vaccini ed investimenti in R&D, aumento della digitalizzazione/servizi di logistica e distribuzione a supporto dell’ecommerce, crescita del settore degli integratori, dematerializzazione della ricetta medica e sistemi di delivery on demand)

• Espansione del portafoglio prodotti e maggiore offerta dei servizi offerti dalle farmacie. Sviluppo di App per home delivery

• Entrata in nuovi mercati e geografie • Crescente interesse da parte di investitori finanziari, in particolare Private Equity sui CMO e CDMO


Nell’Healthcare, il comparto di laboratori e centri diagnostici è risultato nel 2019 di forte interesse per aumento numero di operazioni (+12), seguito da cliniche veterinarie/dentali (+4). Gli investitori strategici sono stati maggiormente attivi (41) rispetto a quelli finanziari (13) con più focalizzazione sul comparto dei laboratori e centri di diagnostica (17) e dei produttori di dispositivi medici (12)


Trend attesi:

• Impatti COVID-19 – incremento della produzione di strumenti DPI, di strumentazione medica come respiratori e ventilatori, incremento delle prestazioni offerte dai laboratori per esami di monitoraggio, investimenti in mobile Healthcare e digitalizzazione dei servizi.

• Inizio di un processo di integrazione delle cliniche veterinarie

• Consolidamento delle catene di laboratori di analisi e di chirurgia plastica per raggiungere economie di scala

• Crescita dell’offerta di ospedali privati e centri diagnostici per far fronte ad un incremento della domanda


Fonte : Comunicato Stampa PWC




#farmaceutico #healthcare #m&a #privatequity #PwC #farmacia #farmacie

53 visualizzazioni

Mediterraneo

Capital

ABOUT

MEDITERRANEO-CAPITAL LTD

2nd Floor College House
17 King Edwards Road
RUISLIP, London
HA4 7AE
UNITED KINGDOM

Company number : 11866795

UTENTI ITALIANI
SOCIAL
facebook.png
linkedin.png
youtube.png
twitter.png

White Paper

Donations

1FU8GgkWzqVszGejba5WZrEtV81JRDMUJX (BTC)

0x84537Aebb831Ec69413184bb991c006d78282e8C  (ETH)

Xxh2VL7g6yDUXH6TxrJocD56xxmBFkXk7K (DASH)

Copyright © 2019 Mediterraneo Capital Ltd All rights reserved