• Staff Mediterraneo Capital Ltd

Principali vantaggi ottenibili attraverso la Cartolarizzazione

Aggiornato il: lug 10

Come operazione finanziaria, la Cartolarizzazione può soddisfare molteplici obiettivi e produrre un’ampia gamma di benefici sia per i soggetti coinvolti, sia da un punto di vista più ampio sociale ed economico.

In questo paragrafo verranno brevemente descritti i benefici che un’operazione di Cartolarizzazione può portare ai due principali soggetti coinvolti : l’originator e gli investitori.


Benefici per l’originator

Esistono diverse ragioni che possono rendere la Cartolarizzazione una forma attraente di finanziamento per l’originator. Nell’esperienza internazionale della Cartolarizzazione sono state individuate due principali categorie di possibili benefici per l’originator:

􀂾 diversificazione delle fonti di raccolta

􀂾 riequilibrio della struttura finanziaria

􀂾 può nominare un beneficiario diverso dall'originator stesso (ad esempio a scopi fiscali, di passaggio generazionale e/o eredità)


Bisogna premettere però che questi benefici sono strettamente legati al verificarsi di una condizione (obiettivo principale dell’intera tecnica) indispensabile: l’eliminazione degli attivi Cartolarizzati dallo stato patrimoniale dell’originator, il già citato trattamento “off-balance-sheet”. Solo in questo modo l’originator potrà beneficiare di nuova liquidità (diversificazione delle fonti di raccolta), ed operare una ricomposizione della propria struttura finanziaria (riequilibrio dello stato patrimoniale).


La diversificazione delle fonti di raccolta è un obiettivo di grande interesse, soprattutto per originator (in particolare imprese), che hanno come obiettivo una crescita nel breve periodo e che devono confrontarsi con i limiti di affidamento che le banche hanno nei loro confronti. In questo contesto la Cartolarizzazione dà la possibilità anche ad imprese di minori dimensioni, o con basso standing creditizio, di accedere a questa forma di finanziamento, che è inoltre più efficiente se paragonata a canali alternativi.


Le ragioni di questa maggiore efficienza e del costo più basso stanno nella capacità dell’emittente, attraverso la Cartolarizzazione , di emettere titoli che hanno un rating più elevato (grazie soprattutto alla struttura di credit enhancement sottostante) rispetto ad altri strumenti di credito che si baserebbero solo sul rating dell’originator stesso.


L’altro vantaggio è, come già citato, il riequilibrio della struttura finanziaria. Infatti la Cartolarizzazione consente lo smobilizzo di attività dal bilancio aziendale; lo smobilizzo ad esempio di attività a medio-lungo termine può consentire all’originator di incrementare le attività liquide e di riequilibrare il rapporto tra attività correnti e passività correnti.


Si ponga il caso di una impresa che produce beni d’investimento (ad esempio impianti o macchinari industriali), che si trovi sbilanciata finanziariamente avendo incrementato la propria attività di vendita attraverso la concessione di finanziamenti a lungo termine ai propri clienti. Inoltre si supponga che l’accesso a fonti di finanziamento a lungo termine sia limitato dal valore massimo delle garanzie ipotecarie che si possono concedere sugli immobili di proprietà. Di fronte ai limiti della capacità di credito a lungo termine, le imprese tendono ad espandere quello a breve, producendo come effetto un’alterazione progressiva del rapporto tra attività e passività correnti.


La Cartolarizzazione può far fronte a questo tipo di bisogno, poiché consente lo smobilizzo in blocco del portafoglio di crediti a lungo termine, ristabilendo le condizioni di equilibrio di bilancio e generando liquidità per sostenere anche un’ulteriore crescita.


Altro vantaggio è quello rappresentato dal trasferimento e dalla gestione del rischio di credito, rischio che è connesso al mancato recupero dei crediti iscritti in bilancio.

Come già evidenziato, l’originator può liberarsi completamente di tale rischio solo se cede il portafoglio di attività attraverso una cessione pro soluto. In tal modo, il rischio viene ad essere ripartito tra gli altri soggetti che prendono parte all’operazione: nel caso di titoli ABS in senso stretto sarà in prima istanza lo SPV a rispondere nell’ipotesi di mancato adempimento, quindi toccherà agli eventuali garanti prestare garanzia come contrattualmente promesso.

Inoltre l’originator può avere dall’operazione un’ulteriore guadagno, che gli deriva dall’excess spread 16 che, se positivo, deve essere retrocesso al cedente.


Benefici per gli investitori

Dal punto di vista degli investitori finali i titoli emessi a fronte di un’operazione di Cartolarizzazione possono offrire benefici in termini di :

- rendimento superiore alle tradizionali forme di investimento con stesso rating

- adattabilità e flessibilità alle diverse esigenze finanziarie

- diversificazione del portafoglio

- riduzione dei rischi

Dalle informazioni provenienti dai mercati emerge un grande interesse da parte degli investitori istituzionali nei confronti dei titoli asset-backed.


La caratteristica più attraente forse è il fatto che l’originator, attraverso la Cartolarizzazione dei crediti e dei debiti, può definire preventivamente le caratteristiche dei titoli che vengono emessi dallo SPV, in modo da offrire nel mercato dei prodotti specifici in grado di soddisfare le molteplici esigenze degli investitori.

Se sei proprietario di un patrimonio immobiliare e/o mobiliare che intendi mettere a reddito, contattaci


LA CARTOLARIZZAZIONE : ASPETTI GENERALI


1.0 Introduzione alla Cartolarizzazione


1.1 La struttura di un’operazione di cartolarizzazione

1.2 I soggetti coinvolti

1.2.1 L’originator

1.2.2 Lo Special Purpose Vehicle (SPV)

1.2.3 La Società di rating

1.2.4 Il Credit Enhancement

1.2.5 Figure per l’amministrazione e il controllo


1.3 Principali vantaggi ottenibili attraverso la cartolarizzazione

1.3.1 Benefici per l’originator

1.3.2 Benefici per gli investitori


1.4 Nascita ed evoluzione del mercato della Cartolarizzazione

ANALISI DEI TITOLI EMESSI DALLA CARTOLARIZZAZIONE


2.1 Caratteristiche generali

2.1.1 Le principali strutture di ABS

2.2 Il mercato di collocamento delle ABS

L’ASSEGNAZIONE DEL RATING NELLE OPERAZIONI DI CARTOLARIZZAZIONE


3.1 Analisi dei dati e loro modellazione

3.2 Binomial Expansion Tecnique

3.2.1 Applicazione del metodo “BET” ad un gruppo di crediti

ANALISI DI UN’OPERAZIONE DI CARTOLARIZZAZIONE :


4.1 Analisi del portafoglio di crediti iniziale

4.2 Emissione delle ABS

4.3 Forme di credit enhancement all’interno dell’operazione

4.4 Flussi dell’operazione


Conclusioni

Riferimenti bibliografici

20 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Mediterraneo

Capital

ABOUT

MEDITERRANEO-CAPITAL LTD

2nd Floor College House
17 King Edwards Road
RUISLIP, London
HA4 7AE
UNITED KINGDOM

Company number : 11866795

UTENTI ITALIANI
SOCIAL
facebook.png
linkedin.png
youtube.png
twitter.png

White Paper

Donations

1FU8GgkWzqVszGejba5WZrEtV81JRDMUJX (BTC)

0x84537Aebb831Ec69413184bb991c006d78282e8C  (ETH)

Xxh2VL7g6yDUXH6TxrJocD56xxmBFkXk7K (DASH)

Copyright © 2019 Mediterraneo Capital Ltd All rights reserved